Armonie celesti e musicali

img musica astronCos‘hanno in comune astronomia e musica? Possono comunicare tra loro? L’attività di alcuni scienziati sembra confermarlo: Galileo Galilei, per esempio, si occupò anche di musica nelle sue ricerche e Keplero, partendo dalle intuizioni dei filosofi del passato (Pitagora e Censorino), ipotizzò l’esistenza di una relazione musicale fra le orbite dei pianeti, descritta nel suo "Harmonices Mundi".
Sono numerosi i riferimenti astronomici nelle composizioni musicali (si pensi per esempio all'opera di Gustav Holst) e non sembra un caso il fatto che i nomi delle note siano 7 (come i "pianeti" noti agli antichi) e che 12 siano i semitoni in un’ottava musicale (come i mesi dell'anno o i segni zodiacali).
Durante gli incontri si mostrerà come il passaggio dall'astronomia alla musica e viceversa avvenga in modo fluido e naturale (per esempio portando l’attenzione sul ritmo e sulle armonie originate dal moto planetario).

PROGRAMMA MUSICALE

  • I rapporti matematici degli intervalli musicali
  • Analogie tra il sistema musicale e quello astrologico
  • Distanza dei suoni - correlazione note musicali e pianeti
  • Tonalità e Colore
  • Ritmo
  • L' armonia delle note musicali in rapporto vibrazioni macrocosmiche dei corpi celesti. - Pitagora.
    Esempi: come le caratteristiche degli Autori si associno alla qualità della loro produzione musicale.
  • La definizione, con Bach, delle analogie tra suoni e segni 12 suoni - 12 segni zodiacali
  • Armonia
  • Melodia
  • Ritmo
  • Battuta
  • Cicli